Duchessa

…e come si diceva sotto, nel frattempo ho realizzato un sogno.

Un’attesa durata 13 anni. Fatta di “passaggi rubati”, di “Mi porti a fare un giro?”, di invidia profonda appena con il caldo vedevo spuntare centauri come funghi.
Era ora di finirla!  :O)

Così è arrivata Duchessa.

Nulla di facile: patente da prendere, diritto di portarla in giro da conquistare, un investimento mica da ridere.

Ma la volevo, la volevo davvero. Ora è mia. Faremo amicizia, lo so. Lei sarà di metallo pesante, ma io sono più dura di lei!

Grazie a chi mi ha aiutato a realizzare un sogno, a chi mi sta sopportando nei miei soliloqui di motociclista in erba, a chi crede che io ce la possa fare, e infine a chi “capisce e condivide”, tanto da procurare un prezioso telo per proteggerla dalla pioggia, affrontando un piccolo diluvio di primavera. Non vi deluderò, promesso!  :O)  Vi voglio bene.

Da Repubblica:

Un giovane torinese vince il contest europeo sul volontariato

Gli studenti del Collegio Universitario Einaudi di Torino vincono la seconda edizione del concorso internazionale “Message in a Bottle”,categoria video. Per il Collegio torinese  (e per Matteo Ferreccio in particolare) si tratta della seconda vittoria consecutiva dopo il trionfo nella prima edizione del premio. E’ infatti risultato vincitore per la categoria video il cortometraggio “Want to break free”, ispirato alla nota clip dei Queen, e realizzato da Matteo Ferreccio, Laura Bollati e Angela Shikhouni del Collegio Universitario Einaudi di Torino.

Vi prego, date uno sguardo al video…. sono davvero micidiali! Eppoi….quanto si son divertiti a fare questa “cosa”?

European Year of Volunteering

Questi son dei geni!!

LEI…

Questa galleria contiene 5 immagini.

LEI è l’alieno con cui condivido lo spazio…l’essere mitologico dai molti nomi (proviamo ad elencarne un po’? Artemisia, Cioppy, Sclopis, Misia, Arte, Area51, Ratavuloira, Alpenliebe, Apollonia, Cicius…ultimo ma solo in ordine di tempo Potty..moooooolto carino 🙂 …), dallo stomaco senza fondo e dalla flatulenza facile. Con lei le presentazioni sono finite. Per ora.

Absolute beginner…

Se c’è una cosa che proprio mi mette in difficoltà è sentirmi un neofita. Come in questo momento.

Ma da qualche parte toccherà cominciare. Si potrebbe, ad esempio, provare a capire cosa cerco nello scrivere un blog.
Ecco… chiariamo subito: non lo so.

Ma per ora l’idea mi piace. Appunti, storie, sensazioni, cose, immagini… (peccato non si possano postare odori e profumi..). Questo è quanto troverete qui. Spero vi piaccia almeno un po’.

Se vi chiedete cosa ci fa una libellula qui sopra, la risposta la trovate qui. Ne vedrete spesso.

Ah… tra l’altro….benvenuti. 🙂